In fondo alla pagina le ricette.

 

Ecco come ho creato la mia PASTA MADRE.

Questa sarà una pagina di appunti per chi, come me, vuole iniziare questa avventura.
Da come ho cominciato, ai vari rinfreschi, a come mantenerla e le varie ricette.

Leggendo in internet, sembrava che la base da cui partire fosse 200 g di farina, 100 g di acqua tiepida e 1 cucchiaino di miele… Ma con i rinfreschi che si fanno per le prime 2 settimane, secondo me, si andava a sprecare troppa farina e questo mi bloccava.

Ho trovato, invece, un gruppo su fb di appassionati ed esperti di PASTA MADRE che mi hanno consigliato di partire con pochissima farina, che poi sarebbe aumentata coi vari rinfreschi, e senza usare il miele… solo farina e acqua.

Con la pratica poi si capisce che non esiste IL metodo o LA ricetta, perché tutto può variare dal tempo, caldo, freddo, umidità, …, e quindi ci si regola di volta in volta, osservando la lievitazione e la consistenza dell’impasto.

Ecco come ho fatto:

3 novembre 2015: sono partita con 40 g di farina Manitoba e 20 g di acqua tiepida.
Impastato fino ad ottenere una pallina liscia, fatto 2 tagli in superficie e messa a lievitare in un barattolo (bicchiere, vista la quantità ^_* ) di vetro coperta con un tovagliolo, o con la pellicola trasparente bucherellata (deve respirare) per 48 ore a temperatura ambiente.

20151116_074532000_iOS

5 novembre 2015: giorno del primo rinfresco.
Ho prelevato 20 g di impasto (il resto va buttato) e aggiunto 20 g di farina Manitoba e 10 g di acqua tiepida. Ho rimesso nel barattolo e atteso altre 24 ore.

20151106_131617000_iOS

6 novembre 2015: secondo rinfresco.
Sempre 20 g di pasta madre, 20 g di farina Manitoba e 10 g di acqua, così si spreca poca farina… visto che per adesso non è utilizzabile.

Dopo 8 rinfreschi, si prosegue!!! ^_^

20151115_073759000_iOS

Ho rinfrescato, allo stesso modo tutti i giorni, sempre al raddoppio: prima ogni 24 ore poi ogni 12 ore. La PASTA MADRE è pronta quando, dopo averla rinfrescata, raddoppia in meno di 4 ore. Tenendo sempre il barattolo a temperatura ambiente.

25 novembre 2015: ho rinfrescato senza buttare niente, così iniziava ad aumentare in preparazione del primo utilizzo ^_^: 50 g di pasta madre, 50 g di farina 0, 25 g di acqua tiepida. 

20151126_113103000_iOS

CI SIAMO!!!
Dopo 25 giorni io l’ho provata!!! ^_^
La mia prima pizza… ho prelevato 100 g di pasta madre che mi servivano e rinfrescato 50 g da tenere nel barattolo per i prossimi impasti, da questo momento conservato in frigorifero, a riposo fino alla prossima pizza!!

Chi vuole iniziare questa avventura???

Ah!!! La mia pasta madre… è un LIEVITO MADRE… OLAF!!!! …Lo sapete che bisogna dargli un nome vero?!?!? ^_*

23 gennaio 2016:
tutto procede alla grande!! Tra poco le ricette sul blog!! ^_^

20160123_143915476_iOS

 

 

RICETTE CON ESUBERO

Focaccia con esubero

Pane e prosciutto

Pane arabo con esubero di pasta madre

Piadine con esubero di pasta madre

Pane semplicissimo con esubero di pasta madre

Brioches senza lattosio con pasta madre

16 Comments on La Pasta Madre

  1. Andreea
    29 novembre 2015 at 0:46 (2 anni ago)

    Io l’ho fatto e lo messo nel freezer perché ai tempi che l’avevo fatto il forno non andava bene e facevo solo nella padella. Ora è il tempo di tirarlo fuori visto che ho risolto il problema del forno. Buona domenica !

    Rispondi
    • Roberta
      30 novembre 2015 at 21:43 (2 anni ago)

      Si può mettere in freezer??? O_O non lo sapevo!!!

      Rispondi
  2. Batù Simo
    29 novembre 2015 at 19:37 (2 anni ago)

    brava! io penso che ognuna di noi debba trovare il proprio metodo e sperimentare. Per ottenere successi e buoni risultati si deve mettere in conto sconforto ed esperimenti non riusciti, ci si rimbocca le maniche e si ricomincia, detto ciò io credo che molte blogger ne parlino scopiazzando consigli a destra e sinistra, ma in realtà abbiano sperimentato poco, generando così caos. Io, sinceramente si metto il miele (e spiego perchè nella sezione dedicata alla pasta madre) ho messo una mela del mio giardino (spiego anche questo) e farine integrali. Nella dose di cui parli sopra, quando togli la crosta (che va buttata) inizialmente non rimane moltissimo impasto da buttare prelevandone solo il cuore, poi si può diminuire ed utilizzare la pasta in esubero (tipo farla fritta, una vera golosità) ma se tu hai trovato il modo per usarne poca..ben venga! bravissima davvero 🙂

    Rispondi
    • Roberta
      1 dicembre 2015 at 19:15 (2 anni ago)

      Hai ragione.. Ognuno troverà il proprio metodo! ^_* vengo a leggere da te!!

      Rispondi
  3. giuliana
    30 novembre 2015 at 8:22 (2 anni ago)

    Non fa per me ma ammiro chi riesce a portarla avanti!!!!

    Rispondi
    • Roberta
      30 novembre 2015 at 21:46 (2 anni ago)

      È da un po’ che stavo studiando!! Mi affascina molto!! ^_^

      Rispondi
  4. natascia
    30 novembre 2015 at 11:22 (2 anni ago)

    WOW! Sei stata brava. Adesso mi hai fatto venire voglia di riprovarci.
    Sento che rimarrò delusa ancora, ma ci riprovo, queste piccole dosi invogliano. Comincio subito. Poi ti dirò!

    Rispondi
    • Roberta
      30 novembre 2015 at 21:51 (2 anni ago)

      Brava!! Hanno convinto anche me le piccole dosi!!! Funziona funziona!!! ^_^

      Rispondi
      • natascia
        2 dicembre 2015 at 17:03 (2 anni ago)

        Oggi l’ho rinfrescata per la prima volta. Bè era cresciuta un po’. Continuerò così come hai fatto tu. Sono proprio curiosa.

        Rispondi
        • Roberta
          3 dicembre 2015 at 13:20 (2 anni ago)

          Che bello!!! Mi fa piacerissimo!!! ^_^
          Tienimi aggiornata!!

          Rispondi
          • natascia
            10 dicembre 2015 at 17:03 (2 anni ago)

            Eccomi! Adesso mi accorgo che dopo 24 ore la trovo bella lievitata, come la tua della foto. Ora per aumentare la quantità, tolgo solo la crosta e aggiungo la medesima quantità di farina? Vado avanti così e vediamo cosa succede!

  5. Roberta
    10 dicembre 2015 at 21:04 (2 anni ago)

    Si sì Natascia!! Stessa quantità di farina e metà di acqua. Tra poco vedrai che raddoppierà in 12 ore e quindi rinfrescherai 2 volte al giorno.. Finchè raddoppierà in 4 ore… E la potrai provare!! *_*

    Rispondi
  6. Rossana
    7 gennaio 2016 at 18:19 (2 anni ago)

    come sta Olaf?? ahaahahaha!! :*

    Rispondi
    • Roberta
      8 gennaio 2016 at 20:36 (2 anni ago)

      Come sta Olaf???? Alla grandissima!!!! ^_^
      Arriverò con le prime ricette!!!

      Rispondi

2Pingbacks & Trackbacks on La Pasta Madre

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *